Chiusura Anno Accademico 2023-2024

Avremo il piacere di assistere all’attesissima SFILATA DI ABITI per tutte le stagioni 2024-2025,creati dalle nostre famose stiliste, sotto la preziosa guida della nota Maison de Haute Couture di NADIA TOSOLINI .

I BALLERINI DELLA SCALA DELL’UTE si esibiranno in alcuni balletti pensati  e realizzati dalla premiatissima coreografa di fama internazionale MARIA TERESA AZZARA’.

Infine, non perdetevi l’ultimo successo della nostra Compagnia Teatrale in ESTETICA GELTRUDE.

Ideato e recitato dal LABORATORIO TEATRALE DELL’UTE sotto la regia di DANIELE COPPETTI.

 

 

UTE ricorda Claudio Bernardinis, Onesto Sognatore

L’UTE di Buja vuole ricordare Claudio Bernardinis, un uomo di valore, sia professionale che umano.

E’ scomparso il 26 Gennaio, all’età di 80 anni.

Ha lavorato prima in Africa, dove si è distinto come meccanico di grandi macchine operatrici contribuendo alla realizzazione di importanti progetti, tra i quali la costruzione di una diga sul Nilo. In seguito, nel 1987, ha fondato la sua azienda, la AWM di Magnano in Riviera, specializzata nella realizzazione di impianti per la produzione di armature per l’edilizia che, grazie alla sua visione imprenditoriale, è diventata un’importante realtà internazionale che esporta in oltre 50 Paesi del mondo. Claudio Bernardinis era anche un uomo di straordinaria curiosità e grande creatività: ne è la prova il fatto che, nel corso della sua carriera, ha depositato una cinquantina di brevetti industriali, contribuendo all’innovazione nel settore.

Pur molto impegnato nel suo lavoro trovava anche il tempo, assieme alla moglie Giuseppina, di frequentare vari corsi presso l’UTE di Buja: era infatti appassionato di Astronomia, di Filosofia e di Musica Lirica. E’ stato per anni un benefattore dell’UTE contribuendo con delle generose donazioni che voleva restassero anonime.

Quando è scomparso ha lasciato la moglie, i figli Roberto e Susanna, ma anche una sessantina di dipendenti che lo amavano e lo stimavano “come un padre”. Non si trattava di un rapporto formale tra titolare e lavoratori, ma di una condivisione di intenti, in un clima sereno, collaborativo ed empatico.

Così il personale ha voluto organizzare una raccolta fondi in suo onore e devolverla ad un Ente a lui caro: la famiglia, interpellata, ha indicato l’UTE di Buja.

Durante una semplice e sentita cerimonia, svoltasi all’interno dell’azienda, alla presenza di tutto il personale, Dario Modesti, in rappresentanza dei colleghi e delle colleghe, ha donato ai familiari un quadro con una foto di Claudio Bernardinis, “onesto sognatore”, perché era un uomo ricco di progetti, che riusciva spesso a realizzare, e che sognava in grande.

Inoltre è stata consegnata alla presidente dell’UTE Gloria Aita e alla ex presidente Mara Giacomini, che hanno espresso la loro gratitudine, la donazione che sarà utilizzata per realizzare le nuove attività dell’Università della Terza Età.

Assistenza degli anziani in casa con la Dott.ssa Anna Paola Prestia il 19.04.24

“Assistenza degli anziani in casa: rendere l’ambiente sicuro e confortevole a misura di anziano”. Questo il tema della conferenza organizzata dall’UTE di Buja, a conclusione del progetto “CULTURAL-MENTE INSIEME”, patrocinato dal Comune, dal Club Unesco di Udine e sostenuto dalla Prima Cassa. Venerdì 19 Aprile, alle ore 17.30, presso la biblioteca comunale, la psicologa Anna Paola Prestia spiegherà come l’adattamento e l’arricchimento dell’ambiente domestico giochino un ruolo fondamentale nel promuovere il benessere e nell’affrontare sfide come la demenza nell’invecchiamento. Viviamo in un’epoca in cui l’età media di vita è molto avanzata e numerosi sono gli anziani che vivono nella propria casa da soli, accuditi dai familiari o seguiti da badanti: per questo è fondamentale predisporre con attenzione l’ambiente, al fine di prevenire i così frequenti incidenti domestici e creare condizioni di serenità”.

La dott.ssa Prestia consiglierà come rendere gli spazi più sicuri, accessibili e confortevoli per gli anziani e per coloro che affrontano disturbi cognitivi. Aggiungere elementi come corrimano, luci a sensori di movimento e pavimenti antiscivolo, magari fissando a terra o rimuovendo i tappeti, può ridurre il rischio di cadute. Inoltre la creazione di ambienti stimolanti, con elementi decorativi e sensoriali, può migliorare il benessere emotivo e cognitivo, ritardando il declino associato alla demenza. Tenere sotto controllo stimoli basici come l’illuminazione, i rumori, la temperatura, ai quali tutti noi reagiamo più o meno consapevolmente con risposte di piacevolezza o fastidio, fino a causare vere e proprie “fughe” nel caso di persone con demenza, può fare la differenza rispetto alla maniera in cui trascorriamo il tempo presso il nostro domicilio.

Restare a casa propria diventa più fattibile e confortevole quando è adattata alle specifiche esigenze dell’individuo, consentendo un maggiore senso di autonomia e sicurezza. In questo modo la protesizzazione dell’ambiente domestico facilita l’invecchiamento sano ed inoltre può anche essere fondamentale nel mantenere la qualità della vita per coloro che affrontano la demenza. L’incontro, di sicuro interesse, è ad ingresso libero.

Dai romanzi storici alla storia della Carnia con Igino Piutti il 5 Aprile alle 17.30

Venerdì 5 Aprile, alle ore 17.30, presso la Biblioteca comunale, l’UTE aps di Buja presenterà la terza serata della serie “ incontro con l’autore”, che fa parte del progetto Culturalmente insieme. Dopo le scrittrici Raffaella Cargnelutti e Silva Ganzitti, ospite di rilievo sarà Igino Piutti, già sindaco di Tolmezzo e docente di materie letterarie nei licei della Carnia . Tema dell’incontro sarà” Dai romanzi storici alla Storia della Carnia” . Condurrà la conversazione la presidente dell’UTE Gloria Aita, che precisa:” Igino Piutti rappresenta un esempio di come, con l’avanzare degli anni, si possono sviluppare i propri talenti e trarne grandi soddisfazioni. Infatti Piutti ha iniziato a dedicarsi alla produzione letteraria quando è andato in pensione, dando alla stampa diversi saggi e romanzi”. Il relatore presenterà la nuova edizione, rivista e aggiornata, dell’apprezzata Storia della Carnia, guardando al passato da cui ricavare stimoli e suggestioni per vivere il presente , per riprendere a immaginare e costruire il futuro. Si darà spazio anche all’interessante romanzo Mussolini, maestro di Tolmezzo, ed alla descrizione di alcuni aspetti riguardanti la Resistenza in Carnia.

L’evento, patrocinato dal Comune, dal Club Unesco di Udine e sostenuto dalla Prima Cassa, è aperto al pubblico.

La cura delle parole e dei gesti – La potenza della gentilezza con la Dott.ssa Centomani 23.02.24

LA POTENZA DELLA GENTILEZZA- conferenza UTE di Buja

L’UTE di Buja invita alla nuova conferenza del ciclo CULTURAL-MENTE insieme, che si terrà venerdì 23 Febbraio, alle ore 1730, presso la biblioteca comunale. Titolo dell’incontro 👍”LA CURA DELLE PAROLE E DEI GESTI, LA POTENZA DELLA GENTILEZZA”. Relatrice sarà la dott.ssa Isabella Centomani, psicologa esperta in Psicologia della Salute, in invecchiamento, in riabilitazione di pazienti affetti da patologie del sistema nervoso centrale che presentano difficoltà cognitive ed emotive-motivazionale.

Che cosa si intende con il concetto di gentilezza e che importanza ha nella nostra società? In un periodo molto complesso come quello che stiamo vivendo, “essere gentili” risulta un atteggiamento più raro. Si può essere gentili con gli altri se verso noi stessi siamo critici e giudicanti? Probabilmente conosciamo la risposta, ma si fa fatica ad accettarla.. Per questo negli ultimi tempi si è diffuso il concetto di Loving Kindness, ovvero una forma incondizionata di gentilezza nei confronti di se stessi e di qualsiasi forma di essere, e del suo grande potere. L’incontro è aperto al pubblico e seguirà un aperitivo con la relatrice. Il progetto è patrocinato dal Comune di Buja, dal Club Unesco di Udine e sostenuto dalla Prima Cassa.

Nuovo Direttivo UTE aps di Buja

Nuovo Direttivo UTE aps di Buja

E’ stato rinnovato il Direttivo dell’UTE aps di Buja. Un team composto da 4 persone qualificate, che si integrano per competenze ad ampio raggio, caratteristiche sicuramente utili nella gestione di un’attività così variegata.

Riconfermata presidente la dott.ssa Gloria Aita, già dirigente scolastica e giornalista. Vicepresidente è la dott.ssa Claudia Zuliani, già direttore della struttura operativa complessa di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro ( SOCPSAL) e del dipartimento di prevenzione dell’Az. sanitaria universitaria Friuli Centrale. La dott.ssa Zuliani è docente all’UTE del Corso di sicurezza domestica. Daniele Copetti, docente del laboratorio teatrale, è invece musicista, attore e regista teatrale. Completa Il gruppo direttivo Lea Fantini, docente del corso Opere Liriche. Esperta di direzione commerciale nel settore del legno con esperienze lavorative in molti paesi del mondo, la Fantini ha anche fatto parte del Circolo Pavarotti di Modena.

“Ringrazio Le componenti del direttivo uscente per il loro prezioso contributo” sottolinea la Aita” in particolare Mara Giacomini che ha fondato l’UTE di Buja, alla quale esprimiamo riconoscenza e grande apprezzamento per il suo costante impegno.”

“Nel contempo sono entusiasta del nuovo team, formato da persone molto valide dal punto di vista umano e professionale, che certamente contribuiranno alla continua crescita dell’UTE di Buja”. Attualmente l’Università della Terza età bujese conta circa 420 iscritti, dai 18 ai 90 anni, provenienti da tutta la provincia, che seguono una 60a di corsi. Molta attrazione di pubblico hanno anche le conferenze che vengono mensilmente organizzate presso la biblioteca comunale. Prezioso il sostegno del Comune, della Regione, della Comunità Collinare, di vari sponsor tra cui la Prima Cassa e del Club Unesco di