UTE ricorda Claudio Bernardinis, Onesto Sognatore

L’UTE di Buja vuole ricordare Claudio Bernardinis, un uomo di valore, sia professionale che umano.

E’ scomparso il 26 Gennaio, all’età di 80 anni.

Ha lavorato prima in Africa, dove si è distinto come meccanico di grandi macchine operatrici contribuendo alla realizzazione di importanti progetti, tra i quali la costruzione di una diga sul Nilo. In seguito, nel 1987, ha fondato la sua azienda, la AWM di Magnano in Riviera, specializzata nella realizzazione di impianti per la produzione di armature per l’edilizia che, grazie alla sua visione imprenditoriale, è diventata un’importante realtà internazionale che esporta in oltre 50 Paesi del mondo. Claudio Bernardinis era anche un uomo di straordinaria curiosità e grande creatività: ne è la prova il fatto che, nel corso della sua carriera, ha depositato una cinquantina di brevetti industriali, contribuendo all’innovazione nel settore.

Pur molto impegnato nel suo lavoro trovava anche il tempo, assieme alla moglie Giuseppina, di frequentare vari corsi presso l’UTE di Buja: era infatti appassionato di Astronomia, di Filosofia e di Musica Lirica. E’ stato per anni un benefattore dell’UTE contribuendo con delle generose donazioni che voleva restassero anonime.

Quando è scomparso ha lasciato la moglie, i figli Roberto e Susanna, ma anche una sessantina di dipendenti che lo amavano e lo stimavano “come un padre”. Non si trattava di un rapporto formale tra titolare e lavoratori, ma di una condivisione di intenti, in un clima sereno, collaborativo ed empatico.

Così il personale ha voluto organizzare una raccolta fondi in suo onore e devolverla ad un Ente a lui caro: la famiglia, interpellata, ha indicato l’UTE di Buja.

Durante una semplice e sentita cerimonia, svoltasi all’interno dell’azienda, alla presenza di tutto il personale, Dario Modesti, in rappresentanza dei colleghi e delle colleghe, ha donato ai familiari un quadro con una foto di Claudio Bernardinis, “onesto sognatore”, perché era un uomo ricco di progetti, che riusciva spesso a realizzare, e che sognava in grande.

Inoltre è stata consegnata alla presidente dell’UTE Gloria Aita e alla ex presidente Mara Giacomini, che hanno espresso la loro gratitudine, la donazione che sarà utilizzata per realizzare le nuove attività dell’Università della Terza Età.

Administrator

Ti piace?Lascia un commento

Per favore inserisci un commento.
Per favore inserisci il tuo nome.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.